(function(i,s,o,g,r,a,m){i[\'GoogleAnalyticsObject\']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,\'script\',\'https://www.google-analytics.com/analytics.js\',\'ga\'); ga(\'create\', \'UA-41560353-8\', \'auto\'); ga(\'send\', \'pageview\');

Automatic Brand Protection & Promotion

WORDPRESS

Concorrenza Sleale

Concorrenza sleale

La concorrenza sleale costituisce un danno rilevante al mercato internazionale e nello specifico va ad attaccare il mercato individuale di ogni azienda. Esistono molte tipologie di concorrenza sleale, alcune di esse sono nate proprio nell’era digitale, come per esempio il traffic diversion.

Tale fenomeno si basa sul confondere gli utenti, far loro credere di avere a che fare con un’azienda/marchio affidabile, in verità vengono indirizzati a siti illegali di competitor scorretti. Tramite algoritmi avanzati, viene ricercato su Internet l’utilizzo in concorrenza sleale del nome del marchio, dei prodotti più venduti, o di diciture e parole chiave di proprietà dell’azienda cliente. La verifica nelle pagine Internet è testuale e viene effettuata sul testo in chiaro, sul codice e sulle keyword.
.